Intervista a Roberta Cocco

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Dovrebbe radicarsi maggiormente una cultura che svincola le persone dalle loro scrivanie; ma la strada mi sembra ancora lunga. Lei cosa ne pensa e, soprattutto, che messaggio si sente di dare a tutti quegli imprenditori ancora legati alla presenzialità delle persone?
La flessibilità è una risorsa da valorizzare e tale è percepita nelle imprese più innovative e attente alle tendenze del mercato. Prime fra tutte le multinazionali, che da tempo si dimostrano particolarmente sensibili nei confronti delle tematiche legate alle diversità di genere e alle potenzialità delle donne che operano in azienda. Il mondo del lavoro sta cambiando e sarebbe miope da parte degli imprenditori non tenerne conto. Considerare la flessibilità sinonimo di precarietà o di instabilità economica è un errore, così come lo è rimanere ancorati al concetto di presenzialità, inteso come garanzia di efficienza e rendimento. Microsoft Italia, essendo la filiale di una multinazionale americana, considera la flessibilità un valore e ormai da diversi anni ha creato le condizioni per garantire ai propri dipendenti la possibilità di gestire in autonomia il proprio tempo: è un approccio lungimirante, che mi auguro trovi presto un’applicazione concreta e diventi una buona prassi in tutte le aziende del nostro Paese.

In questo scenario, i nuovi strumenti tecnologici sono la chiave di volta…
Certo. Avere a disposizione pc portatile o smartphone, per esempio, permette di realizzare pratiche di lavoro che consentono di raggiungere gli obiettivi senza essere intrappolati in strette modalità. Collegarsi alla mail aziendale anche da casa ci dà la possibilità di essere sempre connessi e disponibili e questo significa che, pur non trovandoci fisicamente in ufficio, possiamo interagire con i nostri collaboratori, svolgere le nostre mansioni e nello stesso tempo non sottrarre tempo e attenzioni alla nostra famiglia. Questo si traduce in un aumento della produttività dei dipendenti, che con gli strumenti giusti possono migliorare le proprie performance e sviluppare le proprie potenzialità. Non dobbiamo dimenticare che la risorsa più importante per un’azienda sono le persone. Microsoft ha sposato questa filosofia a tal punto che ha deciso di declinarla anche nel business, sviluppando un nuovo modo di comunicare con il mercato: People Ready. Un’azienda People Ready aiuta i propri dipendenti a superare le aspettative e a eccellere nel proprio settore. Come? Fornendo loro gli strumenti tecnologici per automatizzare i processi, centralizzare le informazioni, velocizzare il trasferimento delle conoscenze, facilitare le comunicazioni; in sintesi per ottimizzare tempo e risorse. Le aziende devono andare in questa direzione: quando le persone comprendono il proprio potenziale e hanno la possibilità di esprimerlo, a prescindere dal luogo in cui si trovano, le imprese possono realizzare il proprio raggiungendo traguardi importanti.

Pagine:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158

logo sernicola sviluppo web milano