La maternità diventa un master

, , , , , , , ,

Insegnare la leadership. Un obiettivo sfidante, come molti dei percorsi formativi proposti: dai corsi di sopravvivenza alle simulazioni di volo, molte delle iniziative di cui veniamo a conoscenza hanno un comune denominatore, l’apprendimento attraverso esperienze della vita reale. Un vissuto particolarmente intenso dovrebbe sviluppare la nostra capacità di essere leader. Nessuno però ha mai pensato di utilizzare un’esperienza di vita reale, la maternità, come un momento formativo. Eppure si tratta di un’esperienza di un’intensità straordinaria, difficilmente paragonabile ad altri eventi della vita. Invece la maternità è vista ancora oggi come una fase di indebolimento personale e professionale: nulla sarà più come prima. Prova ne sia che un terzo delle madri tra il 2000 e il 2013 non è tornata al lavoro. Significa che le nostre neo mamme non ispirano troppa fiducia. Eppure vi è evidenza scientifica e sociologica del fatto che la maternità sia un momento di crescita intellettiva, un’occasione di aumento di competenze, di esplosione di energie. Anche solo perché la natura si preoccupa della preservazione della specie, e quindi dota le madri di maggiori capacità e istinti di sopravvivenza.

Vi è inoltre oggi una chiara somiglianza tra la complessità che gestisce un genitore in famiglia – in termini di intensità delle relazioni, sviluppo dell’autorevolezza, desiderio di abilitazione degli altri, capacità di motivazione e di ascolto – e la realtà di un mondo lavorativo che richiede sempre maggiore empatia e capacità relazionale. Il nuovo modello di leadership, inclusiva e abilitante, ha come obiettivo la crescita di professionisti autonomi, che diventino anche più capaci di chi li ha istruiti: la nuova leadership assomiglia in modo impressionante al lavoro che oggi fanno (prevalentemente) le madri. In Italia, per la prima volta al mondo, nasce un percorso formativo che trasforma le competenze genitoriali in competenze di leadership. Basato su dati scientifici ed evidenze empiriche, costruito attraverso un lavoro sulla conoscenza, la consapevolezza e infine l’attivazione di competenze naturalmente presenti ma ‘latenti’ finché non vengono messe a fuoco.

MaaM, Maternity as a Master, un progetto pensato da PianoC e Inspire, è destinato a rivoluzionare il paradigma della maternità sul lavoro, ma anche a cambiare radicalmente la definizione di leadership: da un insieme di competenze sviluppate in contesti costruiti in modo artificiale, a un’attitudine naturale che può essere praticata ogni giorno a casa propria. Vedere ciò che tutti i giorni abbiamo sotto gli occhi da altre prospettive, utilizzare le conoscenze che abbiamo per applicarle in altri contesti. Quando parliamo di innovazione, a questo ci riferiamo.

 

Commenti (3)

  • Semplificando, sono convinto anch’io che una famiglia si fondi, come un’impresa, a) su una vision solida e coinvolgente, b) su un buon management.
    E sono anche convinto che si debbano rivedere i modelli di leadership.
    La teoria dei giochi argomenta il problema con il gioco del matrimonio, un modello da cui si apprende che gli equilibri indotti bottom up da una leadership partecipativa e corresponsabilizzante si formano più lentamente che gli equilibri prodotti top down da una leadership direttiva ma, in cambio, sono certamente più stabili ed efficienti (Lucchetti Di duelli, scacchi e dilemmi. La teoria matematica dei giochi. Bruno Mondadori p. 39 ss).
    Credo si debba però ricordare anche che nella famiglia le relazioni non sono definite contrattualmente. Sono piuttosto proprietà emergenti dall’incrociarsi delle relazioni affettive, senza ancoraggi di tipo contrattuale.
    Insomma: il transfer di competenze è operazione interessante ma delicata.

  • In questo anche le relazioni lavorative si stanno trasformando: sempre meno basate su contratti a vita e sempre più su continue rinegoziazioni, coinvolgimento, pratiche collaborative.
    Il lavoro non “assomiglia” alla famiglia, ma possono fare leva su competenze analoghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2018 ESTE Srl - Via A. Vassallo, 31 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158

logo sernicola sviluppo web milano