Vacanza o guerra?

, , , ,

Negoziazione, ascolto, resilienza, capacità di sopportare carichi di lavoro ai limiti dell’umano. Come si allenano queste capacità?

Una vacanza con due bimbi piccoli può rappresentare un’ottima palestra. Ecco il racconto di due giovani imprenditrici, neomamme, che decidono di andare in vacanza da sole con i loro figli. Una scelta coraggiosa, servono nervi saldi e determinazione per sopravvivere ai venti di guerra.

Goodmorning Vietnam

F e J hanno rispettivamente 9 e 17 mesi. Le mamme, Valentina e Alessia, decidono di partire senza mariti per motivi organizzativi. Nell’immaginario collettivo la scena è questa: una settimana in appartamento vista mare, sole e relax; due imprenditrici belle e curate, con bambini ordinati che si divertono e giocano. L’appartamento vista mare c’è, il sole anche, tutto il resto possiamo scordarcelo…

I sospetti sulla dura realtà che ci attende iniziano dal viaggio: ore 20.30 siamo in macchina alla volta delle Marche (6 ore di autostrada). Decidiamo di partire di notte “così i bambini dormono”. Appena la macchina si mette in moto, il più piccolo crolla, ma per poco: l’altro lo sveglia mettendosi a piangere perché annoiato. Con un concerto di urla in pieno stile heavy metal, procediamo imperterrite verso la nostra meta. Alessia passa la maggior parte del tempo senza cinture, girata verso i sedili posteriori cercando di calmare i due bebè e io mi esercito a mantenere, con calma zen, la concentrazione fissa sulla strada. Dopo circa un’ora di sofferenza, i bimbi crollano ma ad intervalli regolari il teatrino riprende. Alle 2.30 andiamo finalmente a dormire, esauste.

Per sette giorni, il copione che si ripete è il seguente:

NOTTE: insonne a tratti, dipende da quale dei due pupi si sveglia, svegliando anche l’altro.

GOODMORNING VIETNAAAAAAAAAAAM: Ci alziamo la mattina quando decide F (di solito alle 6): subito preparo il biberon, mi vesto da spiaggia e cambio il piccolo. Alessia veste J e se stessa, poi si esce con in braccio bambini, borsoni e zaini del cambio: assomigliamo più a dei venditori ambulanti che a delle imprenditrici. E spesso c’è anche la spazzatura…

Scendiamo e facciamo colazione al bar mentre J fugge e F si lamenta. In spiaggia J piange per tutto: sabbia, bagnetto, fame, pannolino, altri bambini che strillano… F dorme ma talvolta ha le coliche, oppure piange insieme J per solidarietà. Io e Alessia possiamo scordarci di prendere il sole, e riusciamo a metterci la crema solare per miracolo.

BAGNETTO E POI PRANZO: Io cucino mentre Alessia si improvvisa babysitter, poi tutti mangiano mentre io imbocco F (e non riesco nemmeno ad andare in bagno dalla mattina). Finalmente pranzo anche io, Alessia fa addormentare il suo piccolo per poi lavare i piatti. Impieghiamo 3 giorni per sincronizzare i pisolini dei bambini: prima mentre uno dormiva l’altro piangeva, e viceversa.

MERENDA E SPIAGGIA: Attività varie nella sabbia insieme ai piccoli nel vano tentativo di non farli accecare o soffocare. Bagnetto e poi si risale in appartamento, di nuovo cariche come venditrici ambulanti.

LA DOCCIA: Prima i bambini, pieni di sabbia. Proviamo persino a lavarli insieme nella stessa vaschetta ma il risultato è pessimo, con nuovi urli heavy metal i pargoli esprimono il loro disappunto. Dopo i bebè arriva il nostro turno, alternandoci. Doccia in 15 minuti, compresi i capelli, niente doposole, figuriamoci il trucco!

CENA: uguale al pranzo, io mangio per ultima. Dopo aver sistemato i piatti usciamo per la passeggiata sul lungomare, munite di passeggini. Finalmente ci si rilassa: i bebè crollano e io e Ale finalmente possiamo chiacchierare. Tutti a casa ci immaginano con cocktail in mano, sdraiate in spiaggia mentre i bambini giocano con la sabbia. Le nostre famiglie si arrabbiano perché le comunicazioni con noi sono inesistenti… E una settimana vola. La vacanza ormai è terminata da un mese e ricordiamo ridendo i momenti vissuti insieme. Ma un grido firmerà lo stile della vacanza: GOODMORNING VIETNAAAAAAAAAAAM!!!

(testo di Valentina Sala, Founder di Fit your Time)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookie Policy | Privacy Policy

© 2019 ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - Milano - TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24 - info@este.it - P.I. 00729910158

logo sernicola sviluppo web milano