Dirigenti Disperate

Riflessioni semiserie sul lavoro femminile

Dirigenti Disperate - Riflessioni semiserie sul lavoro femminile

#7novembre16H24

Sembrerà strano, ma ancora oggi c’è da affrontare il tema della discriminazione di genere.

Il 7 novembre 2016 alle ore 16.34 in Francia le donne – prendendo a esempio da quanto già accaduto in Islanda – sono scese in piazza per un flash mob con l’obiettivo di ottenere l’uguaglianza salariale (l’hashtag che spopola in Rete è 7novembre16H34). Un collettivo di femministe francesi ha infatti calcolato che le donne devono lavorare 38,2 giorni in più dei maschi per ottenere lo stesso salario, la cui differenza tra i due sessi è di oltre il 15% (secondo l’Insee, l’equivalente francese dell’Istat, la differenza è del 9,9%). 

E in Italia? Secondo l’Eurostat il divario è del 7,4%, ma altri rapporti indicano che in fatto di occupazione il nostro Paese è messo molto male: in assoluto abbiamo la differenza più alta tra uomini e donne occupati.

Per non parlare delle donne manager: in Italia sono pochissime, intorno al 20% circa.

Meglio va la presenza nei board delle aziende: siamo nella fascia medio-alta. Ma il merito, non si dimentichi, è della legge 120/2011 che ha imposto la quota di genere nei Consigli di amministrazione delle società quotate in Borsa.

Ecco perché ancora nel 2016 è importante affrontare il tema della discriminazione di genere. Este lo fa nel convegno Diversity Management del 15 novembre presso lo Starhotels Business Palace di Milano.

L’agenda a questo link: http://www.este.it/eventi-per-data/47-diversity-management-milano-2016.html#programma

 

 

 

Category: Pausa caffè

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*