Dirigenti Disperate

Riflessioni semiserie sul lavoro femminile

Dirigenti Disperate - Riflessioni semiserie sul lavoro femminile

Competenze e sentimenti

La differenza tra essere persone speciali e persone banali sta nel nostro processo di apprendimento e adattabilità evolutiva. Questo l’insegnamento che ci ha trasmesso Alessandra Croci, che è stata responsabile sviluppo e formazione in BPM. Alessandra ha raccolto storie di donne che con lei hanno condiviso un percorso, professionale e di vita associando a ognuna una competenza. E Angela Gallo ha associato a ogni competenza una coppia di sentimenti, uno positivo e uno negativo. Il risultato è una narrazione che ci aiuta a leggere l’organizzazione attraverso i sentimenti che la pervadono.

castagna

 

Abbiamo presentato il libro oggi nella Sala delle Colonne della Banca Popolare di Milano dove Giuseppe Castagna, consigliere delegato e direttore generale di BPM ha sottolineato l’importanza di valorizzare le competenze femminili e, al contempo, ha sottolineato l’efficacia dell’espressione dei sentimenti. Avere consapevolezza delle nostre competenze e saper gestire le emozioni positive, così come quelle negative, che inevitabilmente si generano in azienda – ha spiegato l’autrice del libro Angela Gallo – ci può aiutare a vivere meglio la dimensione organizzativa e a esprimere le nostre capacità con maggiore convinzione ed efficacia.

gallo

I sentimenti, risultato non solo del nostro carattere ma anche del nostro ambiente sociale ed educativo, sono energia vitale per le competenze. I sentimenti produttivi, però, devono convivere con quelli distruttivi. Non è una questione di bene o di male, ma di realtà umana. Possiamo apprendere a rendere più produttivi i sentimenti positivi, e non possiamo permetterci di non conoscere come arginare e contenere quelli negativi. E questa è già un’ottima motivazione per leggere il libro, che potete acquistare a questo link: http://www.este.it/res/libri/libri_id/34/p/

  • nelly says:

    Ho la fortuna di conoscere ( da molto tempo) l’editrice, e (anche se da poco) l’autrice, e sono certa che da due persone cosi può nascere solo un progetto molto interessante! Comprerò il libro!

    December 10, 2015 at 2:30 am
  • Eugenio Bastianon says:

    Le persone speciali sono i visionari, che vedono quello che gli altri non vedono.
    Come l’Idiota di Dostoevskij

    December 10, 2015 at 10:21 am
  • Lorena says:

    Non ho ancora letto il libro ma penso che lo farò presto. credo che questo sia un tema molto interessante, attuale e che merita di essere approcciato sia da donne che da uomini (spesso allergici al termine ‘sentimenti’). Credo che un luogo comune sia sempre stato quello di associare il razionale all’uomo e l’empatia alla donna, sentimenti negativi all’uomo e sentimenti positivi alla donna, non sempre è così. Le dinamiche aziendali si intrecciano faticosamente in un continuo gioco di equilibri e la parte emozionale ha un peso importante, sia che venga dominata fortemente, sia che venga espressa in tutte le sfumature. A mio avviso, il potenziale aziendale amplifica lo sviluppo se le competenze personali si basano sull’apertura fiduciosa e positiva verso l’altro e il futuro.

    December 10, 2015 at 3:33 pm

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*